• ilarianidini

La Lessinia nel Rinascimento Italiano

Il pittore padovano Andrea Mantegna riprodusse il ponte di Veja negli affreschi della Camera degli Sposi.



L’allievo di Squarcione, recatosi a Verona alla fine degli anni ’50 del Quattrocento per stipulare il contratto di commissione della Pala di San Zeno con l’abate Gregorio Correr, decise di non trattenersi nel centro storico e di visitare la Lessinia.

Giunto a Sant’Anna d’Alfaedo si mise alla ricerca del monumentale arco naturale che un secolo prima aveva affascinato Dante Alighieri, il quale si ispirò al ponte in roccia carsica per la rappresentazione

delle Malebolgie nella Divina Commedia.

Per visitare il Ponte di Veja occorre arrivare fino a Sant’Anna d’Alfaedo, Verona.